PostHeaderIcon Tre sentenze della Cassazione in materia di convivenza intollerabile, determinazione dell’assegno divorzile e casa familiare concessa in comodato

Con la sentenza N. 2274/2012 la Suprema Corte ha esaminato il caso di una moglie che, nonostante il marito avesse intrapreso da anni una stabile relazione con un’altra donna, dalla quale aveva avuto un figlio, si opponeva alla separazione adducendo la mancanza dei presupposti per dichiarare l’intollerabilità della convivenza, avendo ella, al contrario, tollerato il comportamento del marito. Secondo la Suprema Corte “la disponibilità unilaterale della moglie a sopportare la situazione non può valere ad impedire la sussistenza dell’intollerabilità della convivenza, rappresentata, nel caso specifico, dall’esistenza di una nuova famiglia.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Effetti della certificazione del contratto di lavoro verso i terzi: nullità dei provvedimenti sanzionatori in contrasto

La certificazione dei contratti di lavoro, introdotta dal D.lgs. 276/2003, può essere considerata come un ottimo strumento di tutela per il datore di lavoro da eventuali future pretese del lavoratore in merito alla qualificazione del rapporto dedotto in contratto nonché da eventuali provvedimenti sanzionatori o recuperatori degli istituti previdenziali o dell’Agenzia delle entrate.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Qual è la ratio della cassa integrazione straordinaria?

Il nostro ordinamento è incentrato su un modello di welfare che appronta alla luce dei principi solidaristici della Carta costituzionale varie forme di tutela tra cui il sistema degli ammortizzatori sociali il cui finanziamento è costituito dai contributi dei datori di lavoro e in minima misura dei lavoratori.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon L’assegnazione dell’abitazione familiare nella separazione tra coniugi - separazione e divorzio

In sede di provvedimenti provvisori e urgenti il Presidente del Tribunale dispone in ordine all’assegnazione della casa coniugale ad uno dei coniugi, sulla base dell’art. 155 quater c.c. L’incipit della norma, che impone al Giudice di tenere prioritariamente conto dell’interesse dei figli, deve essere inteso nel senso che qualora vi siano figli minori l’assegnazione segue, di regola, l’affidamento della prole.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Incostituzionalità dell'abolizione delle tariffe - il Tribunale di Cosenza si rimette alla Corte costituzionale

Il Tribunale di Cosenza con ordinanza del 1 febbraio 2012 ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell'art. 9 del decreto legge n.1/2012 che dispone l'abolizione delle tariffe delle professioni regolamentate, nella parte in cui nulla ha disposto per la determinazione della liquidazione giudiziale spettante agli avvocati in via transitoria nell'attesa che il Ministero adotti i provvedimenti a cui è stato delegato nel medesimo decreto. L'art. 9 del suddetto decreto stabilisce infatti che in caso di "liquidazione da parte di un organo giurisdizionale il compenso del professionista è determinato con riferimento a parametri stabiliti con decreto del ministro vigilante", attualmente ancora non disposti.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Abolizione delle tariffe, obbligo di preventivo e Tribunale delle imprese - parere contrario della Commissione Giustizia del Senato

Segnaliamo il recente parere negativo emesso dalla Commissione Giustizia del Senato in relazione all'Istituzione del Tribunale delle Imprese e all'abolizione delle tariffe per le professioni regolamentate. Di seguito il testo integrale del resoconto della Commissione.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon L’assegno di mantenimento per il coniuge - separazione e divorzio

L’art. 156 c.c. disciplina gli effetti della separazione sui rapporti patrimoniali tra i coniugi. In particolare, i commi 1 e 2 prevedono che il Giudice affermi il diritto del coniuge al quale non sia addebitabile la separazione, e che non abbia adeguati redditi propri, di ricevere dall’altro coniuge un assegno di mantenimento, la cui entità dovrà essere commisurata in relazione ai redditi dell’obbligato.

Leggi tutto...

 

PostHeaderIcon Liberalizzazione delle professioni e abolizione delle tariffe - bozza del testo art. 10

Di seguito pubblichiamo parte del testo della bozza di decreto sulle liberalizzazioni in discussione oggi 20 gennaio 2012 in Consiglio dei Ministri, in particolare l'art. 10 concernente Disposizioni sulle tariffe professionali che andrebbe ad eliminare il tariffario forense.

Leggi tutto...

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle nostre NEWS giuridiche? Iscriviti al FEED! Oppure ricevi i nostri articoli via email cliccando qui!


COLLABORA con scadenzeprocessuali.it! Se il diritto è il tuo lavoro e la tua passione, inviaci i tuoi articoli, commenti o segnalazioni! Potranno essere pubblicati su questo sito, accanto al tuo nome e ad una tua breve biografia! Avrai ottima visibilità sul web!


Non hai trovato quello che cercavi? Continua la tua ricerca con Google!

Ultimi articoli & notizie

Avvocati divorzisti
Avvocati divorzisti al tuo servizio, separazioni
e divorzi a tariffe competitive. Clicca per info.
divorzio congiunto - separazione consensuale
divorzio giudiziale - separazione giudiziale


Resta connesso con noi...

Add to Google

Dal glossario...
Excusatio non petita accusatio manifesta
Letteralmente scusa non richiesta, accusa manifesta. Si dice quando qualcuno anticipa le pro...
Ex abrupto
Significa improvvisamente, senza preavviso
Recesso ad nutum
Significa recesso libero, senza che sia dovuta alcuna giustificazione. Comporta che la decis...
Aberratio ictus
Comporta distrazione e indica una fattispecie penale nella quale l'agente arreca un'offesa a...
Ex ante
Espressione latina che significa letteralmente "da prima".