PostHeaderIcon 20 giorni per impugnare i vizi propri della cartella emessa per le violazioni al Codice della Strada

FacebookTwitter

Con la sentenza n.6565 del 14.03.2013, la Corte di Cassazione ha chiarito quali sono i termini di impugnazione delle cartelle esattoriali afferenti (esclusivamente) le sanzioni amministrative derivanti dalla violazione delle norme contenute nel Codice della Strada.

I giudici di legittimità hanno pertanto stabilito che:

1) qualora si contesti la mancata notificazione dell'ordinanza - ingiunzione o del verbale di accertamento di violazione al codice della strada, il contribuente può avvalersi dello strumento dell’opposizione ai sensi della L. n.689 del 1981 (30 giorni dalla notifica della cartella);

2) qualora si contesti la legittimità dell'iscrizione a ruolo per omessa notifica della cartella, e quindi per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione a ruolo, o si adducano fatti estintivi sopravvenuti alla formazione del titolo, sarà possibile esperire l’opposizione all’esecuzione ex art. 615 c.p.c.;

3) qualora si deducano vizi formali della cartella esattoriale o del successivo avviso di mora, si potrà esperire l'opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c..

Di conseguenza se la contestazione riguarda i vizi propri della cartella esattoriale, l'opposizione va proposta ai sensi dell'art. 617 c.p.c. nel termine di venti giorni stabilito da detta norma.

Breve commento

Fermo restando quanto stabilito dalla Suprema Corte, è bene ricordare che le cartelle esattoriali possono essere emesse per la riscossione, oltre che delle sanzioni amministrative, anche (e soprattutto) per le imposte ed i tributi di ogni genere specie.

Resta immutata, per tale ultima fattispecie, il termine di impugnazione di 60 giorni dalla notifica dell’atto.

Inoltre, mentre le opposizioni alle cartelle inerenti le sanzioni amministrative vanno proposte al Giudice ordinario (Giudice di Pace o Tribunale a seconda del valore), quelle aventi ad oggetto il mancato pagamento di imposte dirette e indirette, tributi e tasse regionali e/o comunali, sono affidate alla giurisdizione esclusiva delle Commissioni Tributarie.

Avv. Nicolavito Poliseno


 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle nostre NEWS giuridiche? Iscriviti al FEED! Oppure ricevi i nostri articoli via email cliccando qui!


COLLABORA con scadenzeprocessuali.it! Se il diritto è il tuo lavoro e la tua passione, inviaci i tuoi articoli, commenti o segnalazioni! Potranno essere pubblicati su questo sito, accanto al tuo nome e ad una tua breve biografia! Avrai ottima visibilità sul web!


Non hai trovato quello che cercavi? Continua la tua ricerca con Google!

Ultimi articoli & notizie

Avvocati divorzisti
Avvocati divorzisti al tuo servizio, separazioni
e divorzi a tariffe competitive. Clicca per info.
divorzio congiunto - separazione consensuale
divorzio giudiziale - separazione giudiziale


Resta connesso con noi...

Add to Google

Dal glossario...
Excusatio non petita accusatio manifesta
Letteralmente scusa non richiesta, accusa manifesta. Si dice quando qualcuno anticipa le pro...
Ex abrupto
Significa improvvisamente, senza preavviso
Recesso ad nutum
Significa recesso libero, senza che sia dovuta alcuna giustificazione. Comporta che la decis...
Aberratio ictus
Comporta distrazione e indica una fattispecie penale nella quale l'agente arreca un'offesa a...
Ex ante
Espressione latina che significa letteralmente "da prima".